Mission impopsible, artwork 125x125cm, anno 2012

€7.954,55

IDEA DEL REALE “Idea del Reale” è un viaggio nelle dimensioni spazio-temporali e nel mondo sensoriale. “Idea del Reale” è un lavoro che invita ad una profonda riflessione sulle dinamiche della nostra società e sulla vita in generale. “Idea del Reale” è un gioco con l'osservatore che viene guidato in un mondo Pop, onirico e profondo, divertente e metafisico, da Ludmilla Radchenko e Marco Curatolo attraverso un modo nuovo di leggere un'opera d'arte e una nuova cultura della percezione; non più guardare un “quadro” staticamente nella propria posizione ma scoprirlo in un continuo movimento. Movimento che...

Quantità

Subtotale

€7.954,55

Lista dei desideri

Descrizione

IDEA DEL REALE

“Idea del Reale” è un viaggio nelle dimensioni spazio-temporali e nel mondo sensoriale. “Idea del Reale” è un lavoro che invita ad una profonda riflessione sulle dinamiche della nostra società e sulla vita in generale.

“Idea del Reale” è un gioco con l'osservatore che viene guidato in un mondo Pop, onirico e profondo, divertente e metafisico, da Ludmilla Radchenko e Marco Curatolo attraverso un modo nuovo di leggere un'opera d'arte e una nuova cultura della percezione; non più guardare un “quadro” staticamente nella propria posizione ma scoprirlo in un continuo movimento. Movimento che è tipico della nostra epoca e che crea modificazioni continue nelle opere presentate e innumerevoli spunti di riflessione.

Il titolo stesso “Idea del Reale” presuppone una riflessione e introduce due concetti: IDEA e REALE.

- Il "reale" è ambivalente, può essere letto come il mondo fisico che ci circonda nel quale viviamo e che quindi ha fisicamente tre dimensioni spaziali più il tempo (quarta dimensione), oppure può essere letto come la soggettività della vita di ognuno di noi e come la interpretiamo, diversa per ognuno e unica.

- “L'idea”, se letta in chiave platonica, introduce ulteriormente il concetto di libero arbitrio, di percezione primordiale nella nostra mente di qualcosa che vediamo, sentiamo e viviamo sulla nostra pelle. Diventa quindi fondamentale il concetto di percezione, di interpretazione. Come viene letto il reale? E' una interpretazione di ognuno di noi che si modifica a seconda di molti fattori.

Se lo Spazio e il Tempo infatti sono grandezze fisiche oggettive e assolute, l'esperienza umana è soggettiva e i nostri sensi condizionano l'idea di realtà che esiste in ognuno di noi a seconda della condizione fisica, dell'età, dell'estrazione sociale, della provenienza e del nostro background. Non ha senso parlare di ciò che è in senso assoluto, c'è sempre una chiave di lettura in ognuno di noi a seconda dei condizionamenti esterni.

Il lavoro mira a mettere in risalto come la realtà possa essere interpretata e decodificata a seconda dell'occhio che la osserva in un quadro sensoriale infinito e vario nel quale la relatività e la soggettività sono attori importanti.

Fornendo all'osservatore una chiave di lettura personale degli autori, il lavoro invita, attraverso il movimento dei quadri e il percorso espositivo "guidato e incanalato", a modificare il proprio punto di vista costringendolo ad immedesimarsi in vari ruoli e invitandolo a riflettere sul concetto di relatività del tempo e dello spazio e di come i condizionamenti esterni quali la tv, i modelli proposti, l'età anagrafica dell'osservatore, il grado di istruzione e le conquiste sociali, possano influire sul concetto e sull'idea del reale in chiave positiva o negativa.

Il lavoro è un work in progress, ad ogni sezione potranno essere aggiunti in futuro delle opere; ora si snoda su 7 quadri ed è suddiviso in 3 grandi filoni: lo SPAZIO, il TEMPO, i SENSI.

Dal 2009 al 2020 il coeficiente artistico di Ludmilla Radchenko è cresciuto dal parametro 1 al 4, e per il 2020 rappresenterà la sua quotazione ufficiale(coefficiente 4) .

Va applicato sempre alla somma di altezza e larghezza in mm. Esempio 4x(1000mm+1000mm)=8000 al M2

 

img